Bonus Edilizi e Superbonus 110% 2022 – La guida completa

Stai per avviare dei lavori di ristrutturazione e vuoi saperne di più sui Bonus Edilizi 2022 e Superbonus 110%?

Con l’approvazione definitiva della Legge di Bilancio 2022 sono ufficiali le modifiche e le proroghe previste alle detrazioni fiscali del 110% e agli altri bonus edilizi

Superbonus 110%: cosa cambia rispetto al 2021

Quali sono le novità per il Superbonus 2022? Ecco sinteticamente le nuove regole:

  • detrazione: confermata al 110%
  • scadenza: 31/12/2022 per gli edifici unifamiliari (con il 30% dei lavori realizzati entro giugno), 31/12/2025 per gli altri, con percentuale di detrazione a decrescere dal 2024 (decalage)
  • cessione del credito e sconto in fattura: 31/12/2022 per gli edifici unifamiliari, 2025 per gli altri

Vediamo in dettaglio tutto quello che i tecnici dell’edilizia (ingegneri, architetti, geometri, imprese edili) devono sapere sul superbonus 2022.

Superbonus 2022: ecco le novità e le regole per non sbagliare

Come ormai ben sappiamo, il Superbonus è un’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

La detrazione originariamente spettava per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, ma per effetto di successive modifiche normative il Superbonus si applica alle spese sostenute entro il:

  • 31/12/2022 per gli edifici unifamiliari o assimilabili, a condizione che entro il 30/06/2022 è stato concluso almeno il 30% del totale dei lavori, altrimenti la scadenza rimane al 30/06/2022;
  • 31/12/2025 per condomini, edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari ed ONLUS – con una percentuale di detrazione del 110% fino al 2023, del 70% per tutto il 2024 e del 65% per tutto il 2025;
  • 31/12/2023 per IACP cooperative di abitazione a proprietà indivisa, a condizione che se entro il 30/06/2023 è stato concluso almeno il 60% del totale dei lavori;
  • 30/06/2022 per ASD SSD.
Cessione del credito e sconto in fattura

Le proroghe non hanno riguardato solo le scadenza di applicabilità; prorogate fino al 31 dicembre 2025 le opzioni per sconto in fattura e cessione del credito per il superbonus.

Bonus Edilizi 2022

fonte sito acca.it

Bonus Ristrutturazioni 50% nel 2022

É prorogata fino al 31 dicembre 2024, l’agevolazione fiscale per il recupero del patrimonio edilizio, ossia il Bonus Ristrutturazioni del 50%, su una spesa massima di 96mila euro (iva inclusa) per unità immobiliare.

Bonus Edilizi 2022

I soggetti che sostengono le spese per gli interventi di ristrutturazione degli edifici possono optare:

  • per l’utilizzo diretto della detrazione d’imposta, da ripartire in 10 quote annuali costanti
  • per la cessione del credito
  • per lo sconto in fattura

Ecobonus 65% fino al 2024

L’Ecobonus al 65% viene prorogato fino al 2024. Viene mantenuta l’aliquota al 65% anche per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali, per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari, nonché per l’acquisto e la posa in opera dei micro-cogeneratori.

Bonus Edilizi 2022

Ecobonus 2022

Bonus Edilizi 2022

Bonus mobili fino al 2024, ma decrescente

Fino al 2024 sarà in vigore il bonus per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, che però viene modificato. In particolare, il bonus spetta per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A per i forni, E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, F per i frigoriferi e simili.

La detrazione, usufruibile sempre in tandem con il bonus per le ristrutturazioni edilizie, resta al 50%, ma è calcolata sulla base di un tetto di spesa pari a 10mila euro per il 2022. Poi, tale tetto scenderà a 5mila euro per gli anni 2023 e 2024.

Bonus Edilizi 2022

Per usufruire del Bonus Mobili è necessario realizzare, insieme, un’intervento di manutenzione straordinaria.

Bonus verde fino al 2024

Varrà fino al 2024 anche il bonus del 36% per le spese sostenute per le sistemazioni a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Bonus Edilizi 2022

Bonus facciate al 60%

Il Bonus Facciate sarà prorogato fino al 31 dicembre 2022, ma ridotto: l’aliquota scenderà infatti dal 90% al 60%. Confermate le regole già vigenti: le spese agevolabili sono quelle per interventi, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B.

Bonus Edilizi 2022

Sismabonus 2022-2024

Anche il Sismabonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2024. Prorogate quindi le detrazioni previste per gli interventi di miglioramento sismico dei condomini e di demolizione e ricostruzione o ristrutturazione.

Confermate quindi le detrazioni per gli edifici in zona sismica 1,2 e 3, che partono dal 50% per arrivare al 75% della spesa sostenuta se si dimostra il passaggio ad una classe di rischio inferiore e l’85% a due classi di rischio in meno. Il limite di spesa per unità immobiliare è 96.000 euro.

Bonus Edilizi 2022

Nuovo Bonus 75% per Ascensori e Montacarichi

Arriva una detrazione del 75% per chi installa ascensori e montacarichi in edifici esistenti.

Il bonus ha tetti di spesa differenziati: 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate in edifici plurifamiliari ma funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno; 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono gli edifici da 2 a 8 unità; 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono gli edifici oltre 8 unità.

La detrazione spetta anche per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche nonché, in caso di sostituzione dell’impianto, per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito.

Per ottenere il bonus 75% è necessario che gli interventi rispettino i requisiti previsti dal regolamento di cui al DM 236 del 14 giugno 1989.

Bonus Acqua Potabile fino al 2023

Prorogato al 2023 il credito del 50% per razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica (da non confondere con il bonus idrico da 1.000 euro). Il bonus acqua potabile spetta per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare, finalizzati a migliorare la qualità delle acque destinate al consumo umano.

Bonus restauro 2022

È attivo per tutto il 2022 il bonus restauro, il credito di imposta del 50% sulle spese sostenute per la protezione e il restauro di immobili di interesse storico-artistico tutelati dalla Soprintendenza.

La misura, prevista dal Decreto Sostegni Bis, si rivolge a persone fisiche fino ad una spesa massima di 100.000 euro. Il bonus è finanziato dal “Fondo per il restauro e per altri interventi conservativi sugli immobili d’interesse storico e artistico” del Ministero della Cultura per due milioni di euro nel biennio 2021-22.

Le domande potranno essere presentate entro il 28 febbraio 2022 per i lavori effettuati nel 2021 ed entro il 28 febbraio 2023 per i lavori svolti nel 2022.

Decreto Antifrode

Dal 12 Novembre 2021 se si opta per il bonus facciate, il bonus casa 50% e tutti gli altri bonus edilizi, Superbonus 110%, siano utilizzabili con sconto e cessione solo con il visto di conformità (del commercialista) e l’asseverazione tecnica e della congruità dei prezzi (da parte del tecnico). Per queste stesse agevolazioni se si utilizza invece la detrazione Irpef in dieci anni non c’è necessità di questi adempimenti aggiuntivi.

Per altre info più dettagliate si rimanda ad altri articoli.

La raccomandazione principale è quella di affidarsi a dei professionisti per evitare problemi ed inutili complicazioni.

Related Posts

Leave a Reply